• Phone :
  • +39(0)436-862126
    +39(0)436-860498
Visita virtuale di Cortina D’Ampezzo con la nostra Mappa Panoramica Interattiva! Clicca il menu
Scopri le nostre offerte speciali e i nostri Last Minute! Clicca il menu
La nostra camera è la prima in Italia a disporre di una vasca idromassaggio con Idrocolore® KOS, per sedute antistress.
Ticker 4 : Hotel Classica offers reservations for hotel rooms and suits to meet every Guest need.

Cortina Info

intervista all’hotel montana

By WebStaff | Commenti disabilitati

http://www.tgr.rai.it/dl/tgr/regioni/PublishingBlock-c72e5b2a-769c-42fb-b929-1a5306a084d6.html?idVideo=ContentItem-7dbd943f-c6b7-4132-a255-13f573d1b922&idArchivio=Settimanale

ricetta ampezzana “FARTAIES”

By WebStaff | Commenti disabilitati

images[1]
Oggi vi proponiamo un dolce tipico fritto!!!
Ingredienti
6 uova
la buccia grattugiata di due limoni
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 bicchierino di grappa o rum
½ kg. di farina
250 ml. di latte
Strutto o olio per friggere.
Battere bene le uova, ed aggiungere gli altri ingredienti uno alla volta, mescolare bene fino ad ottenere una pastella morbida. Scaldare abbondante olio in una padella larga e bassa e con l’aiuto di un imbuto far cadere la pastella nell’olio caldo partendo dal centro e muovendo l’imbuto in maniera circolare, dando una forma di spirale alla frittella. Friggere fino a che prende un colore dorato. Asciugare con carta forno in modo da togliere l’olio in eccesso , spolverizzare con zucchero a velo, servire calda accompagnata da marmellata di mirtilli rossi.

DINOMITI

By WebStaff | Commenti disabilitati

image3021

Oggi vi consigliamo una visita al Museo un po’ particolare. Rettili fossili e dinosauri nelle Dolomiti.
DinoMiti promossa da Fondazione Dolomiti Unesco e Rete del Patrimonio Geologico.

Museo Paleontologico “Rinaldo Zardini”
10.00-12.30/15.30-19.30

cortina – dobbiaco run

By WebStaff | Commenti disabilitati

L’hotel Montana è aperto e pronto ad ospitare i corridori della Cortina -Dobbiaco run del 1 giugno 2014 . Moltissimi concorrenti per una classica di corsa nel panorama spettacolare delle Dolomiti
ecco il programma della gara

SABATO 31 MAGGIO 2014 ORE 15:00
KIDS’ RUN
Gare riservate ai bambini/ragazzi fino ai 14 anni presso il Parco Dobbiaco.
SABATO 31 MAGGIO ORE 17:00
GIRO DEL LAGO DI DOBBIACO 8,5 km.
Partenza e arrivo presso il Parco Dobbiaco.
DOMENICA 01 GIUGNO 2013 ORE 09.15
CORTINA-DOBBIACO RUN, 30 km.
Partenza da Corso Italia a Cortina d’Ampezzo, arrivo al Parco Dobbiaco

in moto sulle Dolomiti

By WebStaff | Commenti disabilitati

Inizia la stagione dei motociclisti e quale migliore base per tutti i magnifici passi delle Dolomiti se non Cortina d’Ampezzo e l’hotel Montana? Passo Giau , Passo Falzarego, Fedaia e tantissime curve vi aspettano per degli indimenticabili tour

untitled

Museo d’Arte Moderna “Mario Rimoldi”

By WebStaff | Commenti disabilitati

index[1]

Il Museo è stato inaugurato nel 1974 a seguito della cospicua donazione pervenuta alle Regole d’Ampezzo da parte di Rosa Braun, vedova di Mario Rimoldi, collezionista di Cortina d’Ampezzo.

Artisti come de Pisis, De Chirico, Sironi, Campigli e Music, frequentatori della conca ampezzana, instaurano con il collezionista una fruttuosa amicizia.
Nel 1941, quando si apre a Cortina la prima Mostra Internazionale del Collezionista, la collezione di Mario Rimoldi è già delineata: spiccano gli splendidi de Pisis, i Morandi, i Semeghini, i Rosai, i Campigli, i Sironi, il Garbari, il Severini, il Tosi e il Guidi.
Nel dopoguerra entrano nella collezione le opere sperimentali di artisti già rappresentati con quadri figurativi. Il collezionista s’interessa ad artisti legati al filone figurativo e all’ambiente veneto, come Cadorin, Cesetti, Saetti, Tomea e Depero, con aperture anche verso nuovi movimenti che si vanno formando fuori dal Veneto. La collezione si arricchisce de La Zolfara di Guttuso e di opere dei protagonisti della nuova sperimentazione, come Corpora, Crippa, Dova, Morlotti, Music, Santomaso, Vedova. Scopre anche artisti stranieri, come Kokoschka, Leger, Villon, Zadkine, e si accosta ai protagonisti delle neoavanguardie, agli astratti degli anni Cinquanta.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dichiarato la collezione di interesse culturale per essere l’esito di un’attività collezionistica sviluppatasi in un cinquennio e tale da costituire uno degli insiemi più significativi in Italia per l’arte del XX secolo; per la presenza di alcuni capolavori di autori come Savinio, Garbari, Depero, Guttuso e di alcuni consistenti nuclei che risultano imprescindibili per lo studio di de Pisis, Sironi, De Chirico, Semeghini, Tomea, Tosi, Campigli.

Nell’esposizione permanente spiccano la Chiesa di Cortina e il Soldatino francese di de Pisis, le Bagnanti di Carena, lo Squero di San Travaso di Semeghini, la Zolfara di Guttuso, il San Sebastiano di Garbari, l’Ile des charmes di Savinio e il Concerto di Campigli.

è funzione del museo conservare, valorizzare e promuovere la collezione, divulgare la figura del collezionista Mario Rimoldi e promulgare l’interesse per l’arte del Novecento italiano. Il museo collabora con prestiti a mostre temporanee di importanti istituzioni in Italia e all’estero.

CANEDERLI AL FORMAGGIO

By WebStaff | Commenti disabilitati

CANEDERLI AL FORMAGGIO

I canederli sono dei gnocchi di pane fatti con ingredienti diversi quali affettati, formaggio, rape rosse, spinaci, fegato.
Possono essere serviti in brodo oppure asciutti conditi con burro fuso e formaggio grana.
Di seguito la ricetta di quelli al formaggio. Le dosi sono indicative in quanto normalmente si fanno senza pesare gli ingredienti.

300 gr. di pane comune raffermo (tipo rosetta) tagliato a piccoli dadini
600 gr. di formaggio (200gr. tipo emmenthal, 200 gr. Tipo malga saporito e 200 gr. di formaggio dolce)
150 gr. di farina 00
3 uova intere
½ litro di latte
Prezzemolo – sale quanto basta
Brodo vegetale o di carne leggero per la cottura.

Mettere il pane tagliato a piccoli dadini in una capiente terrina, distribuire la farina e mescolare, tagliare a piccoli dadini anche i formaggi ed amalgamarli al pane e alla farina. Bagnare il tutto con ¾ del latte e lasciare riposare il tutto mezz’ora affinché il pane si ammorbidisca.
Sbattere le tre uova a parte, aggiungendo il latte rimanente, un trito di prezzemolo e un’ abbondante presa di sale.
Incorporare il tutto nel composto di pane e formaggi ed impastare con le mani in maniera decisa.
Deve risultare un impasto abbastanza omogeneo che rimane appiccicato alle dita.
Bagnare le mani con acqua ed iniziare a fare delle palline col composto, cercando di pressare bene e di non farle più grandi di un piccolo mandarino, in cottura poi si gonfieranno un po’.
Tuffarli nel brodo bollente e farli cuocere per una ventina di minuti.
Si possono accompagnare con insalata mista, cavolo cappuccio, crauti o goulasch.
Quando si consumano in famiglia sono considerati un piatto unico, serviti in brodo come primo e asciutti con contorno come secondo piatto.

UNA SAUNA FINLANDESE A mt. 2752

By WebStaff | Commenti disabilitati

IMG_173928202374421

, IMG_173857326134539

Presso il Rifugio Lagazuoi, raggiungibile con la funivia dal Passo Falzarego, a quasi 2.800 mt. di altitudine, ci si può rilassare nella nuova bellissima sauna finlandese riscaldata a legna, situata all’aperto godendo di una meravigliosa vista sulle Dolomiti. Silenzio, calore, profumo della legna che arde e delizia per gli occhi… cosa c’è di meglio dopo una giornata di sci?

Info Rifugio Lagazuoi 0436867303

Mostra: VIENNA-CORTINA – JUGENDSTIL E LIBERTY

By WebStaff | Commenti disabilitati

Una piccola e preziosissima mostra dedicata ad uno stile, lo Jugenstil, sul quale molto si è detto e scritto e molto resta da scoprire.
Una rassegna preziosa perché i materiale, quasi tutto rintracciato in case di antiche famiglie della Valle D’Ampezzo, è inedito e costituisce una scoperta recente.
Disegni da importanti collezioni private.

Museo Etnografico Regole d’Ampezzo 10.00-12.30/15.30-19.30

ZUPPA D’ORZO ALL’AMPEZZANA

By WebStaff | Commenti disabilitati

untitled

Ingredienti:
trito di sedano carota e cipolla
una foglia di alloro
2 patate medie
100 gr di orzo perlato
500 gr. carne di maiale affumicata (carrè o stinco)
2 litri acqua e ½ litro latte
Sale e pepe q.b.

Far appassire nel burro il trito di verdure, sciacquare l’orzo ed aggiungerlo al soffritto, con le patate tagliate a dadini e la foglia di alloro.
Unire la carne coprire il tutto con l’acqua e il latte a freddo.
Cuocere per circa due ore o fino a che la carne non risulta morbida.
Aggiustare di sale e pepe solo alla fine in quanto la carne da molto sapore alla minestra.
Servire la zuppa con la carne a fettine.
In alternativa si può cuocere nella zuppa un osso di maiale salmistrato , anche se sarebbe preferibile, per non rendere la zuppa troppo grassa, cuocerlo per almeno mezz’ora da solo e metterlo nella minestra in un secondo tempo.

  • RSS
  • Newsletter
  • Facebook
  • Google+
  • Twitter
  • YouTube
  • Booking